Scadenze dichiarazione fiscale modello 730 e Unico

Con aprile inizia il periodo delle scadenze per le dichiarazioni fiscali del 2014 (dichiarazione redditi conseguiti nel 2013). Quale modello utilizzare? Quando effettuare il pagamento e quando presentare il modello 730 o Unico? Vediamo una breve e veloce guida alla dichiarazione dei redditi per le persone fisiche.

 

Modello 730 o Unico?

Il Modello 730 va utilizzato dai dipendenti, pensionati e collaboratori che, oltre alla retribuzione o alla pensione, devono dichiarare uno o più dei seguenti redditi:

  1. da terreni e/o fabbricati, anche concessi in locazione;
  2. da lavoro autonomo occasionale (cioè senza partita Iva) o per diritti d’autore;
  3. redditi di capitale non soggetti a ritenuta definitiva;
  4. alcuni redditi diversi (cessioni di terreni edificabili o, se tassabili, dalla vendita di fabbricati; da terreni e/o fabbricati situati all’estero; da attività commerciali occasionali);
  5. alcuni redditi assoggettabili a tassazione separata (rimborsi di imposte e/o spese dedotte o detratte in anni precedenti)
Il modello Unico invece deve essere compilato da:
  1. titolari di partita Iva che esercitano attività artistiche o professionali, anche in forma associata, compresi i «contribuenti minimi»;
  2. chi ha redditi d’impresa o di partecipazione in società di persone;
  3. i non residenti in Italia nel 2013 e/o 2014;
  4. i contribuenti, come i venditori porta a porta, che devono presentare una tra le dichiarazioni Iva, Irap e 770;
  5. chi ha plusvalenze dalla cessione di partecipazioni qualificate;
  6. chi deve presentare la dichiarazione per conto di contribuenti deceduti
  7. i titolari di alcune tipologie di redditi diversi.

 

Le scadenze per la dichiarazione dei redditi 2014

Il Modello 730 deve essere presentato:

  • entro il 30 aprile all’ente pensionistico o al datore di lavoro, se prestano l’assistenza fiscale;
  • entro il 3 giugno se ci si rivolge a un Caf o a un professionista abilitato.

Con la compilazione del 730 si può scoprire di essere a credito o a debito nei confronti dello Stato. Nel secondo caso la differenza sarà trattenuta direttamente dalla busta paga o dalla pensione. Nel caso di eventuali tasse a credito, queste saranno rimborsate nella busta paga di luglio (da quest’anno fino a massimo 4.000 euro, il resto invece prevede una procedura più lunga con rimborso erogato direttamente dall’Agenzia delle Entrate che effettuerà i controlli preventivi. Il rimborso verrà quindi ritardato almeno di alcuni mesi).

 

Per la consegna del Modello Unico le scadenze sono meno vicine:

  • 16 giugno: versamento senza maggiorazioni;
  • 16 luglio: versamento con la maggiorazione fissa dello 0,40%.
  • 30 giugno: consegna modello Unico su carta in un ufficio postale nei casi ancora ammessi (solo coloro che, pur possedendo redditi dichiarabili nel 730, non possono utilizzarlo o devono anche dichiarare in Unico redditi da attività finanziarie o immobili esteri o plusvalenze da cessione di partecipazioni qualificate);
  • 30 settembre: trasmissione telematica di Unico e dell’eventuale modello Irap.

Risorse utili:

Per chi opera nel mercato delle valute non è sempre agevole conoscere come effettuare la dichiarazione fiscale dei guadagni e anche dei capitali, specie se si opera con un broker estero. Leggi la guida alla tassazione Forex.

Se hai capitali all’estero, vedi la guida per la dichiarazione di un conto estero.

Product Name: Scadenze dichiarazione fiscale modello 730 e Unico 319
Product Rating: 4.5
Summary: Review: Scadenze dichiarazione fiscale modello 730 e Unico 319
Reviewed by: Sole 24 Ore
Price: $172
---------------------

Iscriviti gratis alla newsletter, inserisci la tua email:


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *