Obbligazioni Enel 2012 ecco i dettagli

Obbligazioni Enel 2012

Come già scritto per il collocamento delle nuove obbligazioni Enel si attendeva solo l’autorizzazione alla pubblicazione del prospetto informativo da parte della Consob, autorizzazione che è arrivata nella serata di giovedì.

Caratteristiche obbligazioni Enel 2012 – 2018

Il nuovo collocamento di bond da parte di Enel avrà un controvalore di 1,5 miliardi di euro, aumentabile a 3 miliardi. Come di consueto l’emissione sarà divisa in due tranche, una a tasso variabile e una a tasso fisso. I titoli collocati saranno successivamente quotati al MOT.

  • Periodo d’offerta: l’offerta si svolgerà dal 6 al 24 febbraio 2012, salvo chiusura anticipata o proroga
  • Lotto minimo: 2.000 euro pari a 2 obbligazioni con possibili incrementi a partire da 1 obbligazione
  • Durata: 6 anni con scadenza 2018
  • Commissioni: non ci sono commissioni e spese per l’acquisto dei titoli all’emissione
  • Regime fiscale: interessi soggetti all’imposizione attuale del 20%

 

Rendimenti bond Enel

Come indicato l’emissione sarà divisa in due tranche:

  1. Obbligazioni a tasso fisso Enel: tasso mid swap a 6 anni più un minimo di di 310 punti base (basis points). Come indicato dalla società energetica, nel 2011 il tasso mid swap a 6 anni ha registrato un valore minimo di 1,9070 e uno massimo di 2,9885 punti percentuali(Fonte: Bloomberg), ora si attesta a circa 1,7 – 1,8 per cui ai valori attuali il titolo renderebbe minimo il 4,8%.
  2. Tasso variabile Enel: euribor 6 mesi più un minimo di 310 punti base. L’euribor a 6 mesi ora è a 1,4% per cui  il rendimento della prima cedola partirà da circa il 4,5%.

Gli interessi saranno corrisposti in via posticipata. Lo spread, e quindi il tasso di interesse finito,  sarà comunicato entro 5 giorni dalla conclusione del periodo d’offerta. E’ probabile che lo spread del tasso fisso sia superiore al variabile. Da notare che rispetto al passato non si è dichiarato una forchetta di spread (un range con un valore minimo e un massimo) ma solo il valore minimo.

Advertisement

Anche se la sottoscrizione non ha commissioni, ricorda i costi legati al bollo sul deposito titoli soprattutto se non hai già un deposito e intendi acquistare per una piccola somma su cui il bollo minimo di 34,2 euro può incidere. In questo caso meglio rimanere su conti deposito come YouBanking o InMediolanum che offrono il 4,25% senza costi con scadenza 12 mesi.

Se operi tramite una banca tradizionale può anche essere l’occasione per passare ad una banca online senza costi di custodia e con commissioni di negoziazione ridotti: puoi operare già con Conto Arancio oppure fino al 14 febbraio puoi sfruttare questa promozione Fineco.

 

Per rimanere aggiornato sul collocamento Enel iscriviti alla newsletter inserendo la tua mail nel modulo che segue, oppure diventa nostro fan su Facebook.

---------------------

Iscriviti gratis alla newsletter, inserisci la tua email:


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *