Conviene investire ora in obbligazioni sull’inflazione come i Btp Italia?

L’inflazione italiana è ai minimi storici degli ultimi 4 anni, e ha toccato lo 0,6% a novembre 2013, mentre quella europea è poco sopra allo 0,9%. Conviene quindi ancora investire nelle obbligazioni collegate all’indice dei prezzi come i Btp Italia o i Btpi?

grafico inflazione italiana europea 2013

E’ probabile che l’inflazione continuerà a rimanere bassa, vista la crisi e la scarsa domanda di consumi. In particolare in Italia. Ma quando si investe in titoli collegati all’indice dei prezzi, l’inflazione è spesso solo una componente del rendimento. Inoltre bisogna ovviamente considerare il livello di tassi generale presente sui mercati finanziari.

E partendo da questi presupposti, questi investimenti rimangono competitivi.  Il BTp inflation linked Eu ha un breakeven intorno a 0,7% (il breakeven è il livello di inflazione che consente al titolo di offrire il medesimo rendimento del Btp di pari scadenza). Quindi ancora leggermente inferiore all’inflazione attuale dello 0,9%. Un aumento futuro dei prezzi renderebbe ancora più conveniente il titolo, anche se c’è sempre il rischio di uno scenario deflazionistico (ma a quel punto i problemi sarebbero pesanti per l’economia).

I Btp Italia invece offrono una cedola reale base prima dell’inflazione poco inferiore a quello dei titoli nominali (Btp). Questo significa che il BTp Italia conviene anche se l’inflazione è di poco positiva (per i Btp legati all’inflazione italiana non si parla di breakeven perché la struttura è diversa dai Btp, ma di differenziali dei tassi di rendimento a scadenza.

Un esempio:  il BTp Italia 22/04/2017 rende solo lo 0,3% meno del BTp 1/5/2017, basta quindi un indice di inflazione dello 0,4% per far pendere la bilancia a favore dei primi.

Product Name: Conviene investire ora 155
Product Rating: 4.7
Summary: Conviene investire ora in obbligazioni sull’inflazione come i Btp Italia? 155
Reviewed by: Sole 24 Ore
Price: $133
---------------------

Iscriviti gratis alla newsletter, inserisci la tua email:


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *